Capitale Italiana dei Giovani | regolamento
La Capitale Italiana dei Giovani è il prestigioso titolo che viene assegnato annualmente ad una città italiana che avrà così la possibilità di mettere in mostra la sua vita e il suo programma vario di iniziative rivolte alle giovani generazioni.
16702
page,page-id-16702,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive

Il regolamento

Il titolo Capitale Italiana dei Giovani, promosso dal Forum Nazionale dei Giovani in collaborazione con il Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, l’ANG – Agenzia Nazionale per i Giovani e l’ANCI Giovani, è conferito, per il periodo di un anno, ad una città italiana attraverso una competizione trasparente e aperta.

Una città per essere selezionata quale Capitale Italiana dei Giovani deve presentare un piano d’azione  che favorisca il coinvolgimento, la responsabilizzazione e la partecipazione dei giovani, dando loro lo spazio e il supporto necessario per prendere parte attivamente ai processi decisionali del proprio territorio.

Il premio si propone, nello stimolare buone prassi in tema di progettazione integrata e di pianificazione strategica, di presentare modelli replicabili di sviluppo delle politiche giovanili.

LA GIURIA

COMPONENTI E CRITERI DI SELEZIONE NELLE CANDIDATURE

Le candidature di ciascuna città saranno giudicate da una giuria composta da esperti scelti tra i rappresentanti delle istituzioni, del lavoro, dei media e della società civile in generale.

La giuria è composta in tutto da 9 membri, in rappresentanza: del Comitato Promotore (4 membri), della vincitrice dell’anno precedente del titolo di Capitale Italiana dei Giovani (1 membro) e della società civile (4 membri) scelti tra chi si è distinto per sensibilità, interesse e impegno nell’ambito delle politiche giovanili.

La partecipazione alla giuria non dà diritto ad alcun compenso, rimborso o indennità. I componenti della Giuria non devono aver avuto rapporti di collaborazione di alcun genere, nei due anni precedenti, con le città che hanno presentato domanda di candidatura e non devono trovarsi in alcuna situazione di conflitto di interessi rispetto alle città medesime.

Il Forum Nazionale dei Giovani, quale soggetto capofila dell’iniziativa, provvede a nominare un coordinatore e responsabile di procedimento.

Tutte le deliberazioni saranno pubblicate on-line.

Il processo di valutazione avviene secondo i seguenti criteri di valutazione:

a) coerenza del progetto rispetto agli obiettivi del bando;

b) capacità innovativa del progetto;

c) impatto del progetto rispetto alle più giovani generazioni e alle politiche ad esse destinate e con riguardo all’intera popolazione della città proponente;

d) capacità di tracciare delle linee di intervento di  sviluppo locale che superino la dimensione del breve periodo;

e) livello di coordinamento e collaborazione degli interventi proposti, e condivisione progettuale, con altri enti territoriali e con soggetti pubblici e privati portatori di interessi presenti nel territorio;

f) efficacia del piano di comunicazione;

g) capacità del progetto  di divenire un riferimento a livello nazionale.

Come si diventa Capitale Italiana dei Giovani

  • 1 - CANDIDATURE

    ENTRO IL 10 APRILE 2017

  • 2 - SELEZIONE FINALISTE

    ENTRO IL 28 APRILE 2017

  • 3 - INTEGRAZIONE

    ENTRO IL 1 GIUGNO 2017

  • 4 - PROCLAMAZIONE

    30 GIUGNO 2017

CANDIDATURE

FASE 1

RACCOLTA E SELEZIONE DELLE CANDIDATURE – Le domande saranno accettate solo se complete e compilate secondo il formato richiesto entro il termine temporale indicato per le candidature (10 aprile 2017).

DOCUMENTI NECESSARI –  documenti richiesti per la partecipazione sono:

1 – SCHEDA DESCRITTIVA DELL’IDEA PROGETTUALE

2 – SCHEDA PRESENTAZIONE DEL PROPONENTE

3 – LETTERA DI CANDIDATURA

La documentazione dovrà pervenire in copia originale e firmata dal Sindaco. Qualsiasi altro allegato non sarà preso in considerazione nella procedura di selezione.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DEI DOCUMENTI – Tutti i documenti richiesti devono essere presentati in formato PDF e spediti tramite un’unica mail all’indirizzo candidature@capitaleitalianadeigiovani.it.

 

DETTAGLI

SCHEDA DESCRITTIVA DELL’IDEA PROGETTUALE: Il primo documento da consegnare dovrà esporre sinteticamente (minimo 2000 – massimo 2500 parole) l’idea progettuale della città candidata a Capitale Italiana dei Giovani.

L’idea esposta dovrà essere realizzabile, con particolare attenzione alla sostenibilità economica (indicando le possibili fonti di finanziamento) delle iniziative poste in atto e del progetto nel suo complesso. Solo i Comuni in grado di impegnarsi economicamente sin dalla fase di presentazione della candidatura potranno concorrere alla selezione.

SCHEDA PRESENTAZIONE DEL PROPONENTE: Il secondo documento da presentare dovrà esporre sinteticamente il profilo del Comune (ovvero gruppo di comuni) che propongono la candidatura a Capitale Italiana dei Giovani.

La scheda dovrà contenere indicazioni riguardo a:

  • Descrizione del soggetto proponente (comprensiva di riferimenti e contatti);
  • Iniziative intraprese dal soggetto proponente rispetto a politiche di sviluppo e promozione delle attività giovanili (si richiede di limitare la descrizione alle sole attività e progetti già in essere o già conclusi e non a quelle che si intende realizzare e/o già menzionate nella scheda descrittiva dell’idea progettuale sopra esposta).

Il documento “Scheda di presentazione del proponente”, nel suo complesso, non deve superare le 2.500 (duemilacinquecento) parole.

LETTERA DI CANDIDATURA: Dovrà essere allegata, inoltre, una lettera di candidatura che spieghi le ragioni per la quale la città si sta proponendo come Capitale Italiana dei Giovani.

Il documento non deve superare le 1.000 (mille) parole.

SELEZIONE FINALISTE

FASE 2

NOMINA DELLE TRE FINALISTE E CONSIGLI PER LE CANDIDATURE NON ANDATE A BUON FINE – In questa fase la giuria restringe la competizione a tre città scelte tra tutte le candidate e fornisce un feedback a tutti gli esclusi sugli aspetti che potrebbero migliorare la loro proposta nel caso in cui scegliessero di ripresentare la candidatura negli anni successivi. Le tre candidature finaliste individuate dalla giuria saranno quindi invitate a pubblicizzare il programma proposto.

La lista delle tre città candidate al titolo di Capitale Italiana dei Giovani  viene resa pubblica entro il 28 aprile 2017.

INTEGRAZIONE

FASE 3

RACCOMANDAZIONI PER LE TRE FINALISTE –  La giuria, contestualmente alla comunicazione di nomina di città finalista, fornirà a ciascuna delle tre città selezionate l’elenco di richieste di integrazioni necessarie per ulteriori approfondimenti relativi alla documentazione presentata in fase di candidatura. Ciascuna finalista avrà quindi un mese di tempo per fornire il materiale richiesto in integrazione, che dovrà pervenire al Comitato Promotore entro il 1 giugno 2017.

Ciascuna finalista avrà quindi un mese di tempo per fornire il materiale richiesto in integrazione, che dovrà pervenire al Comitato Promotore entro il 30 aprile 2016.

La lista delle tre città candidate al titolo di Capitale Italiana dei Giovani  viene resa pubblica entro il 30 marzo 2016.

DOCUMENTI RICHIESTI

In caso di esito positivo nella selezione della città candidata, il soggetto proponente sarà chiamato a fornire un secondo modulo di informazioni, secondo le indicazioni fornite dal Comitato Promotore.

Il secondo modulo di richiesta di informazioni riguarderà prevalentemente due aspetti: SOSTENIBILITÀ ECONOMICA e DICHIARAZIONE DI SUPPORTO DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI TERRITORIALI esplicitato attraverso o un accordo di partenariato firmato da tutti o da singole lettere d’intenti a supporto della candidatura.

SOSTENIBILITÀ ECONOMICA: la città interessata a candidarsi quale Capitale Italiana dei Giovani dovrà presentare la documentazione necessaria ad attestare la capacità di sostegno economico per realizzare le azioni e le politiche indicate nei documenti presentati in fase di candidatura, in particolare nella SCHEDA DESCRITTIVA DELL’IDEA PROGETTUALE.

DICHIARAZIONE DI SUPPORTO DELLE ASSOCIAZIONI GIOVANILI TERRITORIALI: per candidarsi a Capitale Italiana dei Giovani è necessario presentare, allegata alla documentazione fornita per la prima fase di candidatura, una dichiarazione di sostegno da parte delle organizzazioni giovanili locali o regionali. Se non esistono forum o consigli della gioventù locali possono essere creati apposite coalizioni di organizzazioni giovanili territoriali che dovranno supportare la partecipazione del Comune, in forma scritta.

Le organizzazioni giovanili della coalizione devono essere composte da realtà attive nel territorio. È fondamentale che i giovani siano coinvolti per tutta la durata del processo compresa la progettazione, la preparazione, l’attuazione e la valutazione.

PROCLAMAZIONE

FASE 4

LA SELEZIONE DELLA VINCITRICE –  La valutazione delle proposte e la selezione finale della città vincitrice è di esclusiva competenza della giuria.

La città vincitrice sarà quindi annunciata nel corso di una cerimonia pubblica organizzata dal Comitato Promotore. L’evento sarà debitamente pubblicizzato, aperto al pubblico e ai media per garantire visibilità al programma proposto dalla città selezionata.

Il Forum Nazionale dei Giovani assicura il monitoraggio dell’attuazione del programma, accompagnandone lo svolgimento con il contributo degli altri soggetti membri del Comitato Promotore.

La città vincitrice provvede, entro due mesi dal termine dell’anno di svolgimento delle attività previste nella candidatura, alla redazione di una relazione finale sull’attività svolta, nella quale rende conto dei risultati raggiunti e del grado di realizzazione degli obiettivi previsti.


PER CANDIDARE LA TUA CITTÀ INVIA I MATERIALI RICHIESTI ALL’INDIRIZZO:

candidature@capitaleitalianadeigiovani.it